Rimborso telefonico - ottieni il giusto risarcimento

Nuova truffa Windtre, l’operatore però non c’entra!


nuova-truffa-windtre

Nell’ultimo periodo si sono verificate “strane” segnalazioni di utenti che hanno denunciato  quella che sembra proprio una nuova truffa che coinvolge Wind Tre ma in questo caso, anche se le indagini sono in corso, l’operatore pare non c’entrarci nulla ed essere, come gli utenti coinvolti, anch’esso vittima del raggiro.

Indice dei contenuti

  1. Nuova truffa Windtre, ma questa volta l’operatore non c’entra!
  2. In cosa consiste la truffa che coinvolge Wind Tre?
  3. Chiariamo perché con questa truffa Windtre non c’entra
  4. La ricostruzione della vicenda
  5. Il probabile furto di dati dagli archivi Windtre
  6. Consigliamo di denunciare immediatamente l’accaduto

Nuova truffa Windtre, ma questa volta l’operatore non c’entra!

Riceviamo e pubblichiamo la denuncia dell’avvocato Giuseppe Miele su quella che sembra proprio una nuova truffa che coinvolge WindTre ma in questo caso, anche se le indagini sono in corso, l’operatore pare non c’entrarci nulla ed essere, come gli utenti coinvolti, anch’esso vittima del raggiro.Vai all’indice

In cosa consiste la truffa che coinvolge Wind Tre?

Nell’ultimo periodo si sono verificate “strane” segnalazioni di utenti che hanno denunciato la ricezione da parte di WindTre di atti di precetto per il pagamento di spese legali derivanti da cause di opposizione a decreti ingiuntivi emessi dal Giudice di Pace di Montoro in provincia di Avellino.

Niente di strano, direte voi; se si perde una causa bisogna pagare le spese della controparte (..salvo ci si rivolga a rimborsotelefonico.it, diciamo noi!).

Il problema in tutti questi casi, però, è che non solo gli utenti in questione risultano residenti altrove e molto distanti dal paese di Montoro (nella specie in vari paesi della provincia di Foggia, nel nord barese o in Molise), ma tutti dichiarano di non aver mai neppure sentito nominare l’avvocato G. B. che dagli atti risulterebbe aver depositato per loro i ricorsi contro Windtre; fatto sta che oggi l’operatore chiede ad ognuno di loro la restituzione delle spese legali per centinaia di euro e allo stato sembra poco disposto a rinunciarvi.Vai all’indice

Chiariamo perché con questa truffa Windtre non c’entra

Come noto rimborsotelefonico.it bacchetta costantemente gli operatori per le pratiche scorrette od abusive poste in essere a danno degli utenti, ma in questo caso, è opportuno chiarirlo, WindTre non ha alcuna responsabilità nell’accaduto in quanto si è limitata con i propri legali ad opporre i decreti ingiuntivi provvisoriamente esecutivi emessi dal Giudice di Pace in provincia di Avellino o da altri parimenti incompetenti per territorio, infatti nessuno degli utenti pare avesse alcun legame con quei territori.Vai all’indice

La ricostruzione della vicenda

Se alla prima segnalazione ricevuta abbiamo pensato ad un caso di omonimia o ad un errore di persona, le successive pressoché analoghe, che hanno riguardato tutte lo stesso avvocato G. B., hanno chiarito inequivocabilmente che sotto ci fosse molto di più e, a seguito di approfondimenti, hanno consentito di ricostruire la vicenda a monte.

Ebbene, tale avvocato G.B. che risulterebbe iscritto all’ODA di Benevento, di cui indichiamo solo le iniziali in quanto sono in corso indagini di polizia, avrebbe autonomamente richiesto centinaia di decreti ingiuntivi per consegna di contratti telefonici Windtre ad alcuni Giudici di Pace incompetenti per territorio, il tutto senza aver ricevuto alcun incarico o mandato da parte degli ignari utenti.

Risulterebbe altresì che, poiché tali decreti ingiuntivi erano inizialmente provvisoriamente esecutivi, l’avvocato G. B. avrebbe intascato da Windtre migliaia di euro per le spese legali che ora l’operatore, a seguito della successiva revoca degli stessi per incompetenza territoriale, richiede agli utenti che sono letteralmente “caduti dalle nuvole”.Vai all’indice

Il probabile furto di dati dagli archivi Windtre

Con ogni probabilità gli utenti coinvolti sono stati tutti vittime di furto e/o uso illegittimo dei propri dati che in passato avevano fornito all’operatore in fase di attivazione di un contratto.

Il condizionale è d’obbligo in quanto, ribadiamo, le indagini sull’accaduto sono in corso, ma da quanto è dato apprendere dai casi sottoposti alla nostra diretta conoscenza, tutti gli utenti coinvolti avevano in comune un vecchio contratto fatto (anche dieci o quindici anni orsono) con Wind, ora diventata Windtre a seguito di fusione con H3g, e, pertanto, chi ha abusato di tale lista di dati l’ha in qualche modo estratta dagli archivi dell’operatore, evidentemente non proprio impenetrabili.Vai all’indice

Consigliamo di denunciare immediatamente l’accaduto

Ovviamente il nostro consiglio, seguito da tutti gli utenti che si sono rivolti a noi, è stato quello di sporgere immediatamente formale denuncia alle competenti autorità di polizia per i profili di rilevanza penale.

Per i profili civilistici invece, ovvero per i soldi che Windtre ha richiesto agli utenti con gli atti di precetto, innanzitutto sono state depositate formali opposizioni per bloccare eventuali azioni esecutive (pignoramenti, ecc.) che l’operatore potrebbe (allo stato paradossalmente in modo legittimo!) intentare nei confronti degli utenti ma, nel frattempo, pendono trattative con la compagnia telefonica per scongiurare tale ipotesi e far sì che questa possa rivalersi, per la totalità dei casi segnalati (da informazioni reperite nelle cancellerie parrebbe alcune centinaia!) direttamente nei confronti di tale ineffabile avvocato G.B. e non degli ignari utenti.

Si allega la denuncia inoltrata da una delle vittime di questo raggiro.

Contributo dell’Avvocato Giuseppe Miele – Corso Aldo Moro 12, Orta Nova (FG) – Tel. +39 333 2164745